Voci della Grande Guerra

Ricerca avanzata

Criteri di ricerca Modifica

Documenti: tutti

Anni: tutti

Genere testuale: tutti

Autore: tutti

Professione: tutti

Classificazione: -

Visualizzo 201-220 di 39.408 elementi.
DocumentoSeq.Testo 
1950, Croce, pp. 207-226
Croce, Benedetto
1950
L’Italia dal 1914 al 1918: pagine sulla guerra
180Quelle future classi governanti avranno, dunque, vigore solo in quanto sapranno raccogliere l’eredità di vigore politico e militare dell’esercito, che ora combatte per la fortuna d’Italia;
1950, Croce, pp. 207-226
Croce, Benedetto
1950
L’Italia dal 1914 al 1918: pagine sulla guerra
181ed io, collocandomi come ho fatto, con la maggiore obbiettività, nel punto di vista socialistico, non riesco ad intendere come si possa mai ora, da parte di socialisti, desiderare o tentare di distruggere un patrimonio di forza, del quale dovrebbero aspirare ad essere eredi, e che perciò bisognerebbe, invece, che essi si adoperassero a difendere e concorressero ad accrescere.
1950, Croce, pp. 207-226
Croce, Benedetto
1950
L’Italia dal 1914 al 1918: pagine sulla guerra
182Ma i fatui immaginano sempre che la società e il mondo siano una pasta molle, che essi potranno rimpastare e foggiare da capo a lor modo, coi loro piccoli cervelli e le loro inabili dita:
1950, Croce, pp. 207-226
Croce, Benedetto
1950
L’Italia dal 1914 al 1918: pagine sulla guerra
18324 settembre 1917.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
1Il fondamento più solido della potenza di un popolo è la disciplina sociale, che consiste nell’assoggettamento dell’individuo allo Stato, nel volontario sacrificio di una parte della libertà individuale nella misura in cui tale sacrificio sia necessario per il bene collettivo.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
2Questa disciplina sociale si manifesta coll’ordine, coll’osservanza delle leggi, col rispetto delle autorità che tali leggi devono fare eseguire.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
3Quanto più la disciplina sociale è salda, tanto più il paese è forte, poichè esso allora rimane unito ed obbediente nella mano di chi lo dirige.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
4Questa profonda disciplina fu la principale forza della Germania, quella che le permise di tener testa per tanto tempo alla potente coalizione nemica.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
5Inoltre, poichè i colossali eserciti moderni non sono che la nazione in armi coi suoi elementi più validi, e tali eserciti, pel loro subitaneo e grandissimo ampliarsi allo scoppio della guerra, sono in gran parte improvvisati, consegue che quale è la disciplina del Paese, tale è quella dell’esercito.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
6E quando tale disciplina interiore, che proviene da lunga educazione, manchi o sia scarsa, non si può ad essa supplire con un severo ma improvvisato sistema di disciplina esteriore, che già non sia radicato nel sentimento e nelle abitudini di coloro che debbono farla osservare;
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
7poichè l’azione personale del Comando supremo perde della sua efficacia nei grandi eserciti moderni in ragione della vastità dell’organismo e della molteplicità degli organi da lui dipendenti.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
8Finalmente, una disciplina esteriore anche molto severa, ma che non sia accompagnata dalla disciplina interiore, quando sorgano straordinarie contingenze, quando occorra reagire contro eccezionali forze dissolventi come quelle, ad esempio, che ci condussero a Caporetto, non basta a mantener salda la compagine degli eserciti ed a conservare al complesso organismo tutta la sua potenza.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
9Ora, ripeto, non ci si può ripromettere di trovare nell’esercito la disciplina interiore se essa non sia posseduta dal Paese, e rinsaldata da una virile educazione.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
10Ora in Italia, nè l’una cosa, nè l’altra, esisteva.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
11L’indisciplina è male antico.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
12L’epoca dei Comuni, splendida sotto altri riguardi, nella quale così fortemente pulsava la vita individuale che andava elaborando le meraviglie del Rinascimento, era pur quella nella quale l’un l’altro si rode di quei che un muro ed una fossa serra.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
13Il Tasso, accennando alla virtù latina, dice che ad essa nulla manca o sol la disciplina, come se l’assenza di disciplina in un popolo fosse piccola manchevolezza:
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
14E si potrebbe risalire all’antica Roma, dove il sentimento individualistico, altrettanto sviluppato quanto ai nostri tempi, avrebbe paralizzato la forza di espansione di quel gran popolo, se non fosse stato contenuto da una forte disciplina statale, la quale, mantenendo in giusta armonia la potenza dello Stato e le qualità individuali della stirpe, rese quel popolo capace di così grandi cose.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
15Nelle epoche successive poichè le qualità individuali, rimaste le medesime, non furono contenute nei loro eccessi da una forte educazione e dalla potenza statale, l’Italia è rimasta nave senza nocchiero in gran tempesta.
1921, Cadorna vol. I, pp. 27-39
Cadorna, Luigi
1921
La guerra alla fronte italiana fino all’arresto sulla linea della Piave e del Grappa: 24 maggio 1915-9 novembre 1917 vol. 1
16Sopravvennero i secoli della servitù, non certo favorevoli allo sviluppo dei caratteri in quella che doveva poi essere la classe dirigente, e per conseguenza educatrice, della nuova Italia, tanto che Massimo d’Azeglio sintetizzava a questo riguardo il suo pensiero colla celebre frase: